Biblio Caffè

Incontro mensile per amanti di libri davanti ad un buon caffè, un cappuccino, un tè con un’appassionata insegnante di letteratura che ci conduce attraverso le pagine di numerosi libri scelti, facendoci conoscere scrittori e scrittrici di buon livello. Con il suo aiuto analizziamo gli scritti, cercando di entrare in profondità nella scrittura e nel significato che questa ha avuto per noi. Gli incontri sono aperti a chiunque sia interessato, e si tengono presso il Bistrot Vecchio Torchio a Lugano-Viganello, il mercoledì alle 14.30, e sono suddivisi in diversi momenti:

  1. scambio di letture, cioè presentazione di libri letti, da consigliare oppure no;
  2. un breve momento più “tecnico” nel quale la conduttrice propone alcune piccole soluzioni per affinare le nostre competenze di lettrici, rendendoci più consapevoli delle nostre impressioni personali;
  3. discussione di una lettura comune (da definire di volta in volta);
  4. proposta di rilettura di qualche interessante autore del Novecento, che si può mettere in relazione con le nostre letture, per esempio Sciascia e Calvino.

Prossimi appuntamenti:

sospeso fino a data da destinarsi

Mercoledì 10 marzo alcune coraggiose si sono trovate al Parco Ciani per un breve incontro, durante il quale abbiamo parlato di alcuni libri letti in questi mesi.

Personalmente ho parlato di:

Nostalgia” di Eskol Nevo, ed. Neri Pozza, 2014

Amir, studente di psicologia a Tel Aviv, e Noa, studentessa di fotografia a Gerusalemme, hanno preso casa al Castel, un tempo campo di transito per i nuovi immigrati dal Kurdistan e ora insieme indistinto di villette e baracche. Dietro il muro del loro appartamento abita il padrone di casa, Moshe Zakian, con la moglie Sima. Nell’appartamento di fronte vive il piccolo Yotam che si sente trascurato da quando Ghidi, il fratello grande, è morto soldato in Libano. Nei paraggi si aggira Saddiq, il muratore arabo che sogna di penetrare nell’appartamento sopra il bilocale di Amir e Noa, nel quale sua madre ha nascosto qualcosa di importante.
Quattro case e un desiderio struggente di trovare il proprio posto nel mondo, nel momento in cui il proprio mondo – Israele e le infinite anime che lo compongono – è sconvolto dall’assassinio del Primo Ministro Yitzhak Rabin.

Soli e perduti“, di Eskol Nevo, ed. Neri Pozza, 2015

Nel lontano New Jersey, dopo quarant’anni di felice vita coniugale, e dopo la dipartita della moglie, Geremia Mendelshtorm decide di immortalare il nome dell’amata finanziando la costruzione di un nuovo “mikveh”, un bagno rituale, nella Città dei Giusti in Israele, dove aveva in animo di recarsi con sua moglie l’estate precedente. In una irresistibile commedia degli equivoci generata da eventi inaspettati, il “mikveh” si rivela miracoloso per ragioni tutt’altro che pure e immacolate. Una inaspettata tensione erotica impregna magicamente le sue acque e i suoi muri e si propaga a chiunque vi si immerga. Elogio del primato del desiderio e dell’amore in ogni circostanza della vita, il romanzo getta uno sguardo furtivo e ironico su alcuni aspetti paradossali e comici della vita reale in Israele, ma è anche una storia universale sulla solitudine e sul bisogno di appartenenza.

Sono stati poi brevemente presentati due libri, di cui si parlerà più diffusamente al prossimo incontro:

Gli ultimi ragazzi del secolo” di Alessandro Bertante, ed. Giunti

Il bambino lucertola” di Vincenzo Todisco, ed. Casagrande

 

Libri già presentati da settembre:

  • Andrea Pomella, I colpevoli, Einaudi 2020
  • Andrea Pomella, L’uomo che trema, Einaudi 2018
  • Guzel’ Jachina, Zuleika apre gli occhi, Salani 2015
  • Davide Grossman, La vita gioca con me, Mondadori 2019
  • Romina Casagrande, I bambini di Svevia Garzanti 2020
  • Paolo Di Stefano, Noi, Bompiani, 2020
  • Rachel Cusk, Onori, Einaudi 2020
  • Kent Haruf, La strada di casa, NN Editore 1990
  • Antonio Lobo Antunes, Spiegazione degli uccelli, Feltrinelli 2010
  • Tommaso Soldini, L’inguaribile, Marcos Y Marcos 2020
  • Romina Casagrande, I bambini di Svevia, Garzanti, 2020
  • Davide Grossman, La vita gioca con me, Mondadori, 2019
  • Guzel’ Jachina, Zuleika apre gli occhi, Salani, 2015